Chiudi
Torna su

Author: Eleonora Usai

Uno dei motivi per cui ho deciso di essere una copywriter freelance è quella di avere flessibilità. Organizzare la giornata di lavoro in base alla mia ispirazione è l'aspetto più bello delle mie settimane.

Scrivere a seconda dei propri pensieri. Far fluire le idee senza orari prestabiliti. Giocare con le parole tra una spolverata in casa e una skype call con un cliente. 

Ogni aspetto che ruota attorno al rapporto con il cliente è di fondamentale importanza per il tuo lavoro. Sono convinta che sia incentrato tutto attorno a questo punto. La relazione che si instaura tra te e lui è fatta di scambi, piccoli battibecchi o incomprensioni ma anche applausi e feedback positivi. Questo mix crea le basi per consegnare un prodotto che rispecchia le reali esigenze di chi ti ha commissionato il lavoro.

Quante volte ti è capitato di ricevere sui social un commento anonimo offensivo? Hai postato un aggiornamento personale sulla tua vita, commentato un episodio di attualità o esternato un gusto in fatto di musica, moda o arte. Il commentatore anonimo di turno ha lasciato un'offesa gratuita o una critica poco costruttiva giusto per deriderti sui social network.

Il mio primo periodo di natale da mamma è  stato molto intenso, pieno di cose da fare. Non mi sono fermata un momento e le feste non sono ancora iniziate. Tra un impegno e l'altro ho pensato per giorni che regalo di natale potessi fare a tutti voi, che leggete e supportate il mio lavoro. Ho pensato e ripensato e l'unico modo per ringraziarvi del tempo che spendete sul mio blog è stato quello di scrivere per voi.

Da poco ho ricevuto una mail con una richiesta specifica: un consiglio su come proporsi alle aziende per trovare lavoro online e in particolare come copywriter. La mail mi ha fatto riflettere su quanto un argomento all'apparenza semplice possa creare difficoltà o addirittura essere un ostacolo per chi si affaccia con timidezza nel settore della comunicazione.