Menu
×

L’utilizzo corretto dei social network: 5 consigli

Share

In questo periodo sto utilizzando Facebook più del solito. I link agli articoli più interessanti mi fanno trovare nuove idee per il lavoro, i gruppi con cui interagisco ogni giorno mi danno spunti per imparare nuove cose, mi fanno prendere appunti, ricercare, scovare, scoprire.

I social network mi stimolano. Su LinkedIn scopro un mondo bellissimo in cui i professionisti del settore si ascoltano, su Twitter ho la possibilità di informarmi in tempo reale, su Instagram vedo nascere storie, su Facebook creo legami.


In questa fase particolarmente positiva mi sono chiesta quante persone utilizzano i social network nel modo giusto. Quanti sanno quanto può essere importante un social network? E come mai ci sono ancora persone che sono fuori da questa realtà?

Il motivo è semplice. Non tutti sanno come utilizzare i social network in maniera corretta. Non conoscendo bene le potenzialità dello strumento non lo vivono appieno. Ecco perché oggi voglio descrivere come essere presente sui social in maniera corretta seguendo 5 principi base.

L’utilizzo corretto dei social network: 5 consigli

Crea legami deboli

Ho appena finito di leggere Narrarsi online – come fare personal storytelling di Francesca Sanzo, uno dei libri più interessanti e utili per chi vuole fare blogging storytelling. Francesca evidenzia l’importanza dei legami su Facebook e scrive:

Di legami deboli parla per la prima volta Mark Granovetter nel saggio “La forza dei legami deboli”, tradotto in italiano nel 1998. L’ipotesi centrale del libro è che le persone inserite in una rete sociale fatta di legami deboli (conoscenze personali e professionali basate sulla stima reciproca) hanno maggiore possibilità di essere coinvolte in progetti professionali valorizzanti piuttosto che le persone che tessono solo le relazioni forti (parenti, amici). I social media e il web sembrano il luogo ideale per creare legami deboli efficaci, in grado di generare relazioni virtuose e che ci mettano in contatto con idee e progetti in cui vogliamo e possiamo essere coinvolti.

Questa definizione mi ha fatto riflettere sui tanti bei rapporti che ho creato online con persone che non mi conoscono di persona, ma con cui ho instaurato un legame speciale. Avere contatti giornalieri, condividere di passioni comuni, ascoltarsi e inviarsi messaggi o email, parlare di lavoro e chiedere aiuto. Ogni rapporto creato nel tempo con questi legami deboli ha fortificato la mia presenza online, me ne ha fatto innamorare.

Porgi l’altra guancia con il sorriso

Litigare ed essere polemico sui social è controproducente per tanti aspetti (nel mio post sul Perché è sbagliato litigare su Facebook ne ho parlato ampiamente). E allora mettiti a dieta da aggressioni verbali che non portano a nulla di positivo, al contrario ti dipingono come una “brutta persona”, che si sveglia la mattina con il piede sbagliato e ha voglia di prendersela con il mondo per sentirsi meglio.

Se ci pensi bene a che cosa serve comportarsi così? Non è meglio essere propositivi e ottimismi? Avere sempre una buona parola verso gli altri ti aiuterà a creare una buona immagine di te.

Collabora, proponiti, rispondi alle richieste di aiuto

Se ti iscrivi a un gruppo partecipa attivamente. Essere un numero non ti dà nessuna visibilità. Focalizza il tuo modo di essere presente sui social, studia il tuo comportamento come utente online e impara ad essere generoso. Il tuo compito è fare rete rispondendo e non solo chiedendo, aiutando chi ha bisogno di aiuto. Rispondi a una domanda di un utente che ricerca informazioni, commenta su un argomento che ti sta a cuore, vivi il gruppo o la pagina social attivamente.

E in più collabora, offri soluzioni e dai agli altri per ricevere, non essere tirchio nella condivisione e nella collaborazione. Non puoi pretendere che gli altri ad un tuo battito di tastiera accorrano a commentarti e condividere un link o un post che pubblichi quando tu per primo sei assente come utente social.

Scegli la costanza come valore

Per tessere una rete sui social devi essere costante. È inutile passare un’intera giornata a pubblicare e aggiornare i tuoi profili e poi trascorrere una settimana in vacanza e non postare nemmeno un aggiornamento. I tuoi amici, il tuo pubblico ha bisogno di essere coccolato e puoi farlo solo con la tua presenza. Pubblicare per ricevere attenzione e una volta ottenuta sparire per giorni non ha molto senso se non quello di allontanare i tuoi seguaci.

Fai sentire la tua voce

L’utilizzo corretto dei social network comporta che devi saper condividere, commentare, esprimere la tua opinione nelle conversazioni. Essere presente online significa coltivare le amicizie ogni giorno curando e coccolando i rapporti. Rendere solida la propria immagine equivale ad avere attenzione per l’altro. E questo non significa che devi mettere i mi piace a tutte le foto di gattini né che devi commentare a vanvera giusto per far leggere il tuo nome.

Un mi piace a caso non fa la primavera della nostra narrazione online.
Francesca Sanzo

Apri bacheche e profili, leggi quello che ti interessa selezionando gli argomenti che trovi utili e fai sentire la tua voce.

L’utilizzo corretto dei social network: la tua opinione

Sfruttare al meglio i social ti aiuterà a intessere delle relazioni importanti per crescere come persona e come professionista. Utilizza questi potenti strumenti di comunicazione per migliorare la tua presenza online seguendo questi 5 consigli e raccontami la tua esperienza.

Share
Torna alla Home

Mi chiamo Eleonora Usai e sono una copywriter freelance. Vivo di parole e libri, pasticcio su moleskine e planner ogni attimo di vita. E scrivo per sorridere.

Eleonora Usai
Via Padre G. Cianci 24
Sortino (SR)

P.Iva 01889710891

Tel: 340. 3806369
Email: info@copywriter4you.it

Corsi web marketing online: Academy Studio Samo

Copyright © 2016 Copywriter4you. Tutti i diritti riservati. P.I. 01889710891. Design by Fotographicart.