Chiudi
Torna su

Copywriting

Perché ho deciso di essere una copywriter? È una domanda che non mi sono mai fatta fino a ieri. Un cliente a cui gestisco il blog mi ha inviato un suo testo per fare l'editing e pubblicarlo come contenuto extra. Raccontava le motivazioni che l'hanno spinto scegliere quel lavoro. Oltre a essere sorpresa della sua richiesta ho riflettuto su una cosa. Mi piace raccontare il percorso che lega i clienti alla loro professione, rendo partecipi i lettori del cammino che li ha spinti a intraprendere un percorso imprenditoriale rispetto ad un altro, ma su di me non lo faccio.

Quante volte si sente la copywriter legata al mondo del web senza sapere esattamente il significato del termine? Io sono un po' stufa di sentirla come se fosse in sconto al supermercato. La utilizza la mamma diventata blogger dopo due mesi di post che sono andati alle stelle. La utilizza chi scrive per un giornale online. Essere un copywriter è più difficile di quanto sembra e, ok, lo capisco che è una parola chic - quasi magica - e utilizzabile per darsi un tono.

Perché affidarsi a un copywriter professionista che scriva per te? Sembra una domanda banale, ma non è così, perché nella maggior parte dei casi chi ha un sito web o un blog aziendale crede di poter fare da solo, di scrivere da sé i contenuti del suo sito, aggiornarlo e riempirlo di informazioni senza aver bisogno di una figura che ottimizzi i contenuti per il web.