Chiudi
Torna su

In tanti hanno scelto la parola dell’anno, io non lo farò. Non voglio che un’unica parola limiti i miei cambiamenti; voglio che in questi mesi del 2018 ci siano tanti scossoni da farmi cambiare idea mille volte. Attendo un nuovo anno scoppiettante, di quelli che ricorderò per le sorprese, le conquiste e le relazioni belle, belle perché costruttive.

Ho sempre amato il mondo della scrittura pubblicitaria e anche per questo mi sono iscritta in Scienze della comunicazione. A quei tempi non si studiava il mestiere del copywriter – la mia facoltà era più sull’editoria cartacea e sul giornalismo – ma grazie a un professore che porto nel cuore mi sono appassionata a questo mondo.

La gentilezza è una qualità che amo, la ricerco nelle persone e molte volte nella mia vita ha fatto la differenza. Quando avevo meno esperienza di ora, la gentilezza di una persona è riuscita ad abbagliarmi, ma oggi se ci penso non me ne dispiaccio. Ho ricordi bellissimi che custodisco con gelosia e anche quei momenti di luci false e illusioni mi hanno aiutano a crescere.

In questi mesi ho spiato i miei canali social da vicino e ho fatto autocritica. Mi piace essere obiettiva con me stessa, aiuta a crescere e migliorare ma anche a dare agli altri la vera me. Tutto è partito dal desiderio di raccontare storie e lavorare meno a progetti tecnici e così ho preso una decisione importante per il mio lavoro da libera professionista. Ho scelto di raccontare la me più intima.